X


CONDIVIDI QUESTA PAGINA CON:


IL TUO INDIRIZZO MAIL


MESSAGGIO


Acconsento al trattamento dei dati per invio comunicazioni
Leggi privacy


Home page > Categorie > Manoscritti e autografi > Gemelle di Campigli
  • Massimo Campigli e Raffaele Carrieri

  • Gemelle di Campigli

  • Disegno originale. Firmato e datato dal poeta in calce alla poesia: «Raffaele Carrieri | Notte dal 3 al 4 marzo 1960» e dall’artista in basso a destra: «C. 60»

    «Disegno piuttosto poco, anche perché i miei quadri li invento sulla tela, e i miei rari disegni non sono che piccoli progetti che ripeto molte volte l’uno accanto all’altro con leggere modifiche sinché trovo forme che meritino […]. Questi progettini li faccio ovunque a letto, in ferrovia, ma soprattutto al caffè. Al “cafè du Dôme” i compagni li chiamavano i miei «francobolli».

    Così comincia il breve scritto introduttivo per il terzo volume della «Nuova serie illustrata» dell’editore Vanni Scheiwiller: «Francobolli» di Campigli. Il volumetto pubblica trenta «francobolli», numerati in romani, dal 1943 al 1960; ne uscirono 500 copie in italiano e 500 per il pubblico francese come “Timbres-poste” de Campigli.

    Campigli - Carrieri - Libreria Pontremoli

    La tavola numero XXX di entrambe le edizioni riproduce un’opera molto simile a quella qui presentata: la poesia di Carrieri manoscritta, contornata a sinistra e al piede da una serie di «francobolli». La poesia è la medesima, in un manoscritto evidentemente diverso, che manca della data in calce alla firma del poeta.

    I «francobolli», invece, sono completamente diversi: piccoli e appena abbozzati, quelli nel libro. Nell’opera invece leggiamo una notevole composizione fortemente ispirata alla bella litografia a colori, Le gemelle / Les Jumelles; la litografia fu tirata in 250 esemplari nel 1957, per la copertina del catalogo della personale dell’artista alla Galerie de France a Parigi. Non è un caso che, quasi a chiudere il cerchio, la medesima litografia si trovi riprodotta sulla sovracoperta che avvolge il volumetto scheiwilleriano.

    «Francobolli» di Campigli - sovracoperta

    Al retro del cartoncino, in alto a destra, si trova l’indicazione «2/3» vergata con un pennarello nero che parrebbe il medesimo usato per il disegno: come fosse l’indicazione di una serie di tre. Altro dettaglio,due interventi a penna biro blu: uno oblitera una parola al verso sette, tolta la quale, la lezione della poesia diventa la medesima di quella pubblicata; con la stessa penna blu, inoltre, è aggiunto un po’ frettolosamente un «m. campigli» in basso a destra del secondo «francobollo» dall’alto. La mano della firma sembrerebbe essere comunque quella dell’artista.

    Campigli - Carrieri - retro - Libreria Pontremoli

    Rimane la bellissima composizione di Campigli sul tema delle gemelle, svolta secondo un rigoroso schema che alterna fondi bianchi e neri, figura di fronte e di spalle, elaborazione in senso astratto e figurato, riassumendo quindi tutto nella figura più grande posta al piede della tavola, molto riuscita.

    Un Campigli decisamente più in dimensione pittorica, che non da «francobollo», molto espressivo pur in assenza del colore.

    Bibliografia essenziale

    M. Campigli, «Francobolli» di Campigli, con uno scritto dell’artista e una poesia inedita di Raffaele Carrieri (Milano 1960), n. XXX (similare)

  •