Pier Paolo Pasolini - Tal cour di un frut (Nel cuore di un fanciullo)
  • 03 Luglio 2018

    Pier Paolo Pasolini - Tal cour di un frut (Nel cuore di un fanciullo)

  • [In fine:] Tricesimo, Edizioni “Friuli” a cura di Luigi Ciceri (Tipografia Artigiana), [1953] s.d., in 16°, brossura stampata in nero ai piatti, pp. 66 [2].

    Rara prima edizione, in parte originale, stampata in sole 200 copie numerate a mano o a timbro.

    Pasolini Tal cour di un frut

    Nelle ultime pagine una nota dell’editore preceduta da una lettera di Pasolini datata dicembre 1952 (da cui la datazione del volume): «Ciao Ciceri, non mi è stato molto facile scegliere i testi per la ‘plaquette’, che finalmente ti spedisco: dal ’41 al ’51 ho scritto in friulano per dieci anni, ma non molto: un ‘Romancero’ di una settantina di poesie, di cui parte già uscite nel lontano (anche se vicino) 1942 [...] col titolo ‘Poesie a Casarsa’ [...] parte nel, forse più lontano, 1948, per le edizioni dell’Accademiuta (‘Dov’è la mia Patria’). Le prime intitolate semplicemente ‘Ciasarsa’ e le seconde ‘Il Testamento Coran’ sono divenute due sezioni del ‘Romancero’ che, tra gli scartafacci, attende di venire intero alla luce. La parte centrale (il ‘Tal cour du un frut’) [...] che ho con fatica trascelto tra le inedite [...]».

    Straordinario esemplare, il n. 16/200, pregiato dalla dedica autografa dell’autore: «A Giorgio Petrocchi, affettuosamente Pier Paolo Pasolini, Roma, 14 ott ’53». Rarissime le dediche di Pasolini, soprattutto intorno a questa data. Giorgio Petrocchi è stato un rilevante critico letterario e filogo.

     

     

    ---

    Mandaci un’e-mail per conoscere prezzo e disponibilità: info[at]libreriapontremoli[dot]it