X


CONDIVIDI QUESTA PAGINA CON:


IL TUO INDIRIZZO MAIL


MESSAGGIO


Acconsento al trattamento dei dati per invio comunicazioni
Leggi privacy


Home page > Categorie > Novecento > Il canzoniere 1900 - 1921
  • Umberto Saba

  • Il canzoniere 1900 - 1921

  • Edizione originale: Trieste, La Libreria Antica e Moderna (Stab. Tip. Nazionale), 1921 [set.].

    La raccolta venne pubblicata in soli 500 esemplari non numerati come edizione della Libreria Antica e Moderna Saba

    Dopo il rifiuto di editori come Vallecchi, la raccolta venne pubblicata in soli 500 esemplari non numerati come edizione della libreria antiquaria dello stesso autore, la celebre Libreria Antica e Moderna Saba, luogo di ritrovo di scrittori e artisti (tra questi Svevo e Comisso) e poi rifugio dell’autore (che aveva madre ebrea) negli anni del fascismo prima di fuggire a causa delle leggi razziali.

    È l’opera più nota del poeta triestino e probabilmente la sua più importante. Frutto di un incessante labor limae stilistico che portò Saba a riscrivere quasi per intero il manoscritto nel 1919, il volume contiene versioni completamente rimaneggiate delle poesie pubblicate precedentemente.

    La natura tormentata della raccolta emerge anche dalle successive vicende editoriali: nel 1945 esce di nuovo Il Canzoniere che, con numerosissime aggiunte e sottrazioni, raccoglie l’intera opera poetica dell’autore all’anno di pubblicazione e nel 1948 la Storia e cronistoria del Canzoniere, un’analisi critica in terza persona del Canzoniere pubblicata dall’autore con lo pseudonimo Giuseppe Carimandrei per porre attenzione alla sua opera poetica, a suo avviso incompresa dalla critica.

     

    saba 2

    Ma torniamo alla prima edizione della celebre raccolta del poeta-libraio. Le poesie sono suddivise in dieci sezioni: Poesie dell’adolescenza, Voci dai luoghi e dalle cose, Poesie fiorentine, Versi militari, Casa e campagna, Trieste e una donna, La serena disperazione, Poesie scritte durante la guerra, Cose leggere e vaganti, L’amorosa spina.

    Alcuni esemplari riportano a pagina 36 il verso errato «Di che parli alle tue molte campagne?», poi corretto in corso di stampa in «Di che parli alle tue molte compagne?». Il foglietto di errata, che segnala l’errore, porta tra parentesi la generica dicitura «solo in alcuni esemplari». Castellani asserisce che «gli esemplari della prima tiratura [sic] sono più rari».

    Saba 4

    Saba 3

    Descrizione fisica e collazione

    In 16°, brossura in carta avorio con unghie, stampata in nero ai piatti e al dorso, pp. 222 [10]. 

    Nelle immagini uno straordinario esemplare senza restaturi, condizione rarissima (dorso leggermente brunito, minimi strappetti all’unghiatura, traccia di piccola macchia al piatto posteriore); internamente perfetto e a fogli chisi. Nel primo stato della tiratura (p. 36, v. 9 “campagne” invece di “compagne”).

    Saba 5

     

    Bibliografia essenziale

    —Castellani, Bibliografia Saba, I.4
    —Gambetti, Preziosi del Novecento (Alai 3, 2017), p. 21
    —Umberto Poli (Umberto Saba) voce del Dizionario Biografico degli Italiani - Volume 84 (2015)

     

    Trovate altre immagini qui

  •