X


CONDIVIDI QUESTA PAGINA CON:


IL TUO INDIRIZZO MAIL


MESSAGGIO


Acconsento al trattamento dei dati per invio comunicazioni
Leggi privacy


Home page > Categorie > Novecento > Il fu Mattia Pascal
  • Luigi Pirandello

  • Il fu Mattia Pascal

  • Prima edizione: Roma, Nuova Antologia (Cromo-Tip. Ripamonti & Colombo), 1904 [post giugno].

    Prima edizione in volume di quello che è unanimemente ritenuto il capolavoro narrativo dell’autore. 

    Il romanzo era già uscito a puntate da marzo a giugno 1904 in appendice a “Nuova Antologia” – con l’anticipo di 1000 lire offerto da Giovanni Cena, redattore capo della rivista – in un momento molto difficile della vita di Pirandello.

    Tuttavia, la grave crisi economica della famiglia, i conseguenti problemi di salute della sorella e l’instabilità personale non frenano l’attività dell’autore che proprio in questo periodo intraprende una fase di grande produzione.

    Ne è testimone questo romanzo che fu un grande successo di pubblico (venne tradotto subito in tedesco) e diede la prima notorietà a Pirandello, che fino ad allora aveva pubblicato in prevalenza opere di poesia.

    Il fu Mattia Pascal

    Come di consueto, Pirandello indaga il tema del doppio, inserito anche in una società che associa un’identità ben precisa a ciascun individuo.

    La trama è nota: Mattia Pascal, dopo l’assurda notizia della sua morte, si reinventa Adriano Meis per fuggire alla vita che lo attenderebbe al suo ritorno a casa. La precarietà dell’identità anagrafica rivela progressivamente tutto il suo potere distruttivo e travolge Mattia/Adriano che, nell’impossibilità di ritrovare se stesso, non potrà che riconoscersi solo nel “fu Mattia Pascal”, il bibliotecario, dimenticato da tutti, morto suicida, di cui occasionalmente visita la tomba.

    Mattia Pascal

    Mattia Pascal 3

    Mattia Pascal  2

    Descrizione fisica e collazione

    In 8°, brossura bianca stampata in nero e blu ai piatti e al dorso, catalogo editoriale in quarta di copertina pp. 339 [1]. Nelle immagini un bellissimo esemplare in barbe, molto raro nella sua brossura originale.

     

    Bibliografia essenziale

    —Gambetti, Preziosi del Novecento, Alai 3, 2017, p. 21
    —Luigi Pirandello voce del Dizionario Biografico degli Italiani - volume 84 (2015)

     

  •